Navigazione veloce

Galleria dei lavori

Libera  Contro le mafie

Ogni 21 marzo, primo giorno di primavera, l’associazione Libera celebra la Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, perché in quel giorno di risveglio della natura si rinnovi la primavera della verità e della giustizia sociale. Dal 1996, ogni anno in una città diversa (quest’anno a Messina) viene letto un elenco di nomi di vittime innocenti, perché è un dovere civile ricordarle tutte. Gli alunni delle classi terze della scuola secondaria, nell’ambito del progetto “Educare alla cittadinanza e ai diritti umani”, hanno voluto partecipare a questo evento allestendo una mostra come testimonianza del loro impegno per la legalità.

resize20160321_104715resize20160321_104658resize20160321_104707

Alcuni lavori esposti erano stati già presentati dagli alunni delle classi 3^A e 3^B in occasione dell’incontro dell’11 marzo organizzato dal Presidio Libera del Miranese, che, da quest’anno, è intitolato al piccolo Domenico Gabriele, presso l’Engim di Mirano e che ha visto coinvolte le scuole secondarie di primo e secondo grado dei Comuni di Mirano e Salzano. Va ricordato, inoltre, l’incontro del 18 febbraio presso la sede centrale dell’Istituto Comprensivo D.Alighieri di Salzano, organizzato in collaborazione con l’associazione “Libera contro le mafie” e rivolto a tutte le classi 3^, con la testimonianza dei genitori di Domenico e di un testimone di giustizia, accompagnati dal coordinatore provinciale di Libera di Crotone e dal presidente del presidio Libera di Mirano. É intervenuto anche il giornalista Bruno Palermo, autore del libro “Al posto sbagliato. Storie di bambini vittime di mafia”. Ogni classe terza si è poi collegata in streaming con Messina il giorno 21 marzo per partecipare direttamente alla lettura dei nomi di tutte le vittime di mafia. Il tema di quest’anno è stato “Ponti di memoria, luoghi di incontro”; le classi di Salzano hanno realizzato varie attività: alcune hanno prodotto cartelloni, altre hanno scritto su nastro tutti i nomi delle oltre 900 vittime, per stringersi in un grande simbolico abbraccio con i familiari di tutti gli innocenti uccisi dalle mafie, che si erano riuniti in tutte le piazze d’Italia. La classe 3^G di Robegano ha   realizzato un video per testimoniare il modo in cui ha vissuto questo evento.

resize20160321_105157 resize20160321_104731 resize20160321_104816 resize20160321_104836 resize20160321_105004 resize20160321_105150

 

Primaria S. G. Bosco

Nel corso dell’anno scolastico 2015/2016 nelle quattro classi quinte della scuola Primaria S.G. Bosco di Salzano  (tot. 89 alunni), sono stati affrontati ed approfonditi tre argomenti di forte attualità ed esattamente:
-    Diritti e doveri ( sett.-nov)
-    L’immigrazione (dic.-febb.)
-    Guerre, pena di morte, nucleare (Marzo-magg.)

A tutti gli alunni è stato distribuito di volta in volta un questionario d’ingresso che ha favorito il confronto e la discussione tra gli alunni stessi.
A conclusione di ogni singolo argomento sono stati prodotti dei cartelloni (cm. 100 x 70) ed esattamente:
-    Diritti e doveri n°10 (affissi all’ingresso dell’atrio)
-    L’immigrazione n° 17 (mobili)
-    Guerre, pena di morte, nucleare n° 19 (mobili).